Indice del forum Kinobi
Tutto ci˛ che conosco, e voglio rendere pubblico
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

RET: come si misura la traspirabilitÓ

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Tecnica del Confort dell'abbigliamento
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mar Dic 12, 2017 12:05 am    Oggetto: Ads

Top
Kinobi
Site Admin


Registrato: 14/11/09 08:53
Messaggi: 1172

MessaggioInviato: Mar Nov 17, 2009 8:54 am    Oggetto: RET: come si misura la traspirabilitÓ Rispondi citando

La TraspirabilitÓ Ŕ misurata dal RET.
RET =resistance to moisture vapor trasmission. Resistenza alla trasmissione del vapore.
Ci sono molti modi di misurare il RET, e tutti danno risultati diversi che a volte possono NON essere simili ai risultati/impressione ottenuti sul campo.

RET da 0 a 6: molto buono, estremamente traspirabile
RET da 6 a 13: buono o molto traspirabile
RET da 13 a 20: soddisfacente o traspirante
RET da 20 a 30: insoddisfacente o appena traspirante.

I testers (esseri umani) non notano differenze pratiche tra capi con RET 40 o 55. Ecco perchŔ una volta che un capo Ŕ in una delle categorie, il risultato pratico Ŕ molto simile.

Tessuti non trattati: RET 2-4
GTX Pro a 2L e 3L, PacLite, Marmot Membrain Strata: RET 4-6
Gore Performance 2L: RET 6-7
Precip Membrain, GTX Classic/Performance 3L: RET 7-10.
Maggioranza delle Soft Shells: RET 8-13

Spero sia utile.
Ciao,
E


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Kinobi
Site Admin


Registrato: 14/11/09 08:53
Messaggi: 1172

MessaggioInviato: Gio Nov 26, 2009 7:35 am    Oggetto: Rispondi citando

Link interessanti...
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Kinobi
Site Admin


Registrato: 14/11/09 08:53
Messaggi: 1172

MessaggioInviato: Mer Mag 19, 2010 10:02 am    Oggetto: Rispondi citando

mtnwhite ha scritto:
Link interessante:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Dopo aver letto tutto il discorso, per chiarezza, devo precisare alcune cose sulla tabella e/o articolo:

a) la classifica sul "naked" nudo Ŕ di tipo berlusconiano. Se Ŕ vero che il Schoeller Dryskin dovrebbe essere identico per ogni ditta (falso, esistono varie versioni), catalogare un generico GTX 2L (senza specificare il tessuto esterno) con prodotti specifici, con nome e cognome della ditta citata, Ŕ "fazioso". Se si fanno le cose bene, bisognerebbe farle bene...
b) idem per i capi imbottiti (esempio dell'Infurno). Paragonare il guscio su un campo imbottito, Ŕ come dire che il panino Ŕ buono senza parlare del salame che c'Ŕ dentro.
c) come scritto pi¨ volte nel testo, nel tempo i riferimenti cambiano. Una data su tale post sarebbe utile.

Ciao,
E
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
mtnwhite



Registrato: 19/05/10 06:45
Messaggi: 4

MessaggioInviato: Mer Mag 19, 2010 10:29 am    Oggetto: Rispondi citando

La tabella del "Percent of Naked" non dice nulla, come non dicono poco o nulla la grande maggioranza dei test in laboratorio (tra l'altro nello stesso testo si parla proprio dei limiti dei test in laboratorio).

Interessanti invece le motivazioni (vere o supposte) che hanno spinto la suddetta ditta ad alcune scelte dei materiali piuttosto che ad altre.

Poi, il testo Ŕ chiaramente di parte.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Kinobi
Site Admin


Registrato: 14/11/09 08:53
Messaggi: 1172

MessaggioInviato: Mer Mag 19, 2010 11:47 am    Oggetto: Rispondi citando

mtnwhite ha scritto:
La tabella del "Percent of Naked" non dice nulla, come non dicono poco o nulla la grande maggioranza dei test in laboratorio (tra l'altro nello stesso testo si parla proprio dei limiti dei test in laboratorio).

Interessanti invece le motivazioni (vere o supposte) che hanno spinto la suddetta ditta ad alcune scelte dei materiali piuttosto che ad altre.

Poi, il testo Ŕ chiaramente di parte.


Di norma, noi abbiamo trovato che i test in laboratorio sono molto realistici.
Io ho trovato, mia esperienza personale, che le motiviazioni sono tecniche al 55% ma economiche al 45%.
Se uno potesse, userebbe molto spesso solo tessuti e membrane "di marca". Se sono diventate famose, un motivo spesso c'Ŕ.
Ciao,
E
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
mtnwhite



Registrato: 19/05/10 06:45
Messaggi: 4

MessaggioInviato: Mer Mag 19, 2010 1:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

55/45%?
Intendi che il motivo per cui Patagonia non usa pi¨ le membrane Gore Ŕ solo per metÓ "funzionale", e per l'altra metÓ per semplici motivi di risparmio?

Per quanto riguarda i test, pu˛ anche darsi che siano realistici.
Sul campo io non riuscirei a dire se la giacca che uso Ŕ un gtx 3 strati di ottima fattura (arcteryx, marmot, mammut...) o un H2No sempre a 3 strati, lavorano entrambe in modo egregio. Mentre sulle varie tabelle che si trovano in rete (a volte di dubbia provenienza) si riscontrano delle grosse differenze nei valori di traspirabilitÓ.

Insomma, sulla carta la superioritÓ di una mebrana rispetto ad un'altra sembra magari indiscutibile, in pratica poi per˛ queste diferenze non trovano riscontro. Probabilmente Ŕ anche per questo che tutt'oggi a livello di mercato non c'Ŕ una vera supremazia di un prodotto rispetto ad un altro.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Kinobi
Site Admin


Registrato: 14/11/09 08:53
Messaggi: 1172

MessaggioInviato: Gio Mag 20, 2010 7:20 am    Oggetto: Rispondi citando

Si, almeno per il 45% Ŕ una pura questione di costi.
Nel mercato la supremazia Ŕ manifesta di Gore Tex. Principalmente per ragioni di marketing.
Misurare sul campo le differenze, Ŕ molto difficile, perchŔ le membrane, vanno accoppiate a tessuti esterni con caratteristiche diverse.
Inoltre, Ŕ spesso soggettivo, nel senso, che non tutti i soggetti sono in grado di notare differenze. E' come pensare di "pesare" un oggetto.: c'Ŕ chi sbaglia del 20% e chi del 200%...
Ciao,
E
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
mtnwhite



Registrato: 19/05/10 06:45
Messaggi: 4

MessaggioInviato: Gio Mag 20, 2010 8:03 am    Oggetto: Rispondi citando

Per chi ha molto tempo per leggere:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Il testo Ŕ aggiornato al 2007.
Top
Profilo Invia messaggio privato
rik



Registrato: 08/12/10 18:38
Messaggi: 60

MessaggioInviato: Ven Gen 07, 2011 3:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

ciao ema la traspirabilita viene misurata anche con gr/m2/24H?
qual'Ŕ dei due metodi il piu veritiero? il ret o i gr ?
grazie
Top
Profilo Invia messaggio privato
Kinobi
Site Admin


Registrato: 14/11/09 08:53
Messaggi: 1172

MessaggioInviato: Ven Gen 07, 2011 3:32 pm    Oggetto: Rispondi citando

rik ha scritto:
ciao ema la traspirabilita viene misurata anche con gr/m2/24H?
qual'Ŕ dei due metodi il piu veritiero? il ret o i gr ?
grazie


E' la stessa cosa, dati diversi.
Ma, bisogna sempre capire come sono le condizioni (differenza di temperatura ad esempio). Siamo li. Anche noi usiamo a i grammi per 24 ore...
E
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Tecnica del Confort dell'abbigliamento Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Confirmed

Page generation time: 3.258