Indice del forum Kinobi
Tutto ciò che conosco, e voglio rendere pubblico
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Corde Unte - Problemi in assicurazione

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Tecnica di base dei materiali di arrampicata
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Gio Set 21, 2017 7:02 am    Oggetto: Ads

Top
Kinobi
Site Admin


Registrato: 14/11/09 08:53
Messaggi: 1164

MessaggioInviato: Sab Nov 14, 2009 9:47 am    Oggetto: Corde Unte - Problemi in assicurazione Rispondi citando

Ciao,
premesso che non vendo corde e non sono sponsorizzato da ditte di corde.
Mi reputo comunque un discreto conoscitore dell'argomento.
Inoltre come distributore del Cinch di Trango, ricevo spesso domande su come gestire i freni servo-assistiti con le corde "moderne".
Sarò breve. Spero.
Le corde moderne, da qualche anno a questa parte, sono tutte vendute con trattamenti denominati "Dry". Tali trattamenti erano originariamente fatti per rendere la corda idrorepellente. In realtà ora sono fatti per rendere la corda più resistente all’abrasione. Infatti i trattamenti sono a base di fluoro o giù di li (a grandi linee, più o meno, del teflon), il che fa si che la corda scivoli meglio sulla roccia e di conseguenza diminuisca l’abrasione. Inoltre, alcuni produttori aggiungono, chi più chi meno, dell’olio alle corde per incrementare ancora di più l’aspetto scivolosità e perciò la durata. Olio e trattamento “dry” si depositano sulle mani dell’assicuratore e sulla roccia. Le righe nere che vi lasciano alcune marche di corde sulle mani, sono il classico esempio di tali prodotti trasferiti dalla corda alle estremità umane. Guardate bene ilcolore e la consistenza delle righe nere e capirete, che non è per nulla solo polvere… come invece i produttori di corde vi vorrebbero far credere.


Per migliorare la gestione dei freni servo assistiti, vi consiglio di migliorare invece la gestione delle corde. Prendetevi uno straccio, e quando calate una persona, strizzate forte la corda con lo straccio. Ciò da 4 enormi vantaggi, di cui il primo personalmente reputo il più importante:
a) evita che vi oliate le mani o ve le cospargete di un antiaderente (Teflon). AntiAderente: un nome, un programma….Sicuramente la presa di una pelle pulita è migliore di quella di una pelle oliata.
b) d’incanto ogni problema nel gestire la corda in calata sparisce: non si scaldano le mani, non si fa fatica a premere sulla calza, tutto scompare.
c) Si tiene la corda pulita.
d) Evitate di pulirvi le mani sulle prese delle vie, perciò diminuite l’unto crescente…

Vi ho allegato una foto di una maglietta usata circa due mesi (tutti i lati, interno, esterno, davanti e dietro). E’ evidente, che il nero non è il colore della polvere…
Da venditore di guanti invece, vi sconsiglio il guanto, meglio la maglietta:
-il guanto costa soldi, non pulisce la corda perché si auto-olia sempre sullo stesso punto, e vi fa sudacchaire le mani inumidendo il callo (ergo, peggiore aderenza).

Ciao, in gamba. Spero sia utile.
Emanuele

Cliccando sopra la foto si ingrandisce


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
up



Registrato: 18/11/09 23:09
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Mer Nov 25, 2009 11:39 pm    Oggetto: Rispondi citando

Se ti può interessare (se lo trovi sconveniente cancella pure il post) uso corde ROCA (da cui non sono evidentemente sponsorizzato) da quando le vende un noto negozio di Arco di Trento. Sono passato dalla intera 10 Fanatic (l'ultima acquistata l'anno scorso, in tutto 6) alla 9.4 Io, acquistata 2 anni fa, alle mezze corde da 8.1 Migu (le ultime acquistate l'anno passato, in totale 4).
Mai avuto problemi di unto. Oltre a sottolineare una usabilità e durata nel tempo fuori dal comune della mia modesta esperienza (ho usato Beal, Edelrid, Edelweiss, Mammut, Cousin, Sterling, Bluewater).
Li ho avuti invece con Beal (Stinger 3 Blue standard di un anno fa, ma assolutamente assenti su Stinger I, il primo modello arancione, di cui ne ho avute 2), e li ho notati copiosi su una Camp Ionic di un mio amico.

Questo è quanto.
Un saluto.
Umberto
Top
Profilo Invia messaggio privato
Kinobi
Site Admin


Registrato: 14/11/09 08:53
Messaggi: 1164

MessaggioInviato: Gio Feb 03, 2011 1:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

Nota interesante: se usate lo straccio, calete anche MOLTO meglio.
Ciao,
E
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Kinobi
Site Admin


Registrato: 14/11/09 08:53
Messaggi: 1164

MessaggioInviato: Mar Giu 23, 2015 12:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

Era da un poco di tempo che tale post non veniva alzato....

Mi sono preso la briga di rialzarlo dopo frequenti domande sul caso.
Ciao,
E
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
espo



Registrato: 01/06/11 12:54
Messaggi: 38
Residenza: trieste

MessaggioInviato: Mar Giu 23, 2015 7:33 pm    Oggetto: Rispondi citando

Kinobi ha scritto:
Nota interesante: se usate lo straccio, calete anche MOLTO meglio.
Ciao,
E


quoto e alla grande...

da quando ho avuto la fortuna di incontrare kinobi a osp e di apprendere questa tecnica la uso sempre ed è proprio utilissima Exclamation Cool
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Tecnica di base dei materiali di arrampicata Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Confirmed

Page generation time: 0.295